La piantumazione di alberi in un parco o in un giardino è un’attività che necessita un’attenta pianificazione.
Sono diversi, infatti, i fattori da tenere presenti nel progettare la piantumazione di una determinata area.
La scelta di alberi ed arbusti da utilizzare per la piantumazione viene effettuata in funzione del clima del luogo, del tipo di terreno e dello scopo che ci si prefigge nell’effettuarla.
Inoltre, in base al tipo di albero scelto, ornamentale o da frutto, sarà necessario rispettare determinate distanze tra una pianta e l’altra.
Quercia, melo, olmo, faggio, ulivo, pioppo o acero sono solo alcuni degli alberi utilizzati per le piantumazioni.
Molto frequenti sono anche le piantumazioni di arbusti quali biancospino, salice, nespolo, il nocciolo e molti altri ancora.

In base allo scopo che ci si prefigge di ottenere effettuando la piantumazione, si dovrà redigere un progetto in cui verranno indicati i punti esatti dove avverrà la piantumazione degli alberi, riportando le distanze esatte tra pianta e pianta e altri dati quali il tipo e l’età degli alberi da piantare, la quantità di terra necessaria, la profondità e la larghezza delle buche in cui saranno interrati gli alberi.

La corretta piantumazione di un albero:

  • Scavo della buca delle dimensioni adeguate;
  • In caso di terreni particolarmente umidi, è utile inserire uno strato di ghiaia sul fondo della buca con funzione di drenaggio;
  • Posa dell’albero;
  • Utilizzo di terreno fine per chiudere gli spazi vuoti tra la buca e la zolla dell’albero;
  • Mescolamento del terreno con ammendanti, quali terriccio, stallatico, micorrize (liquido o in polvere);
  • Eliminazione le bolle d’aria costipando il terreno ed innaffiandolo;
  • Tutoraggio essenziale da decidere in base alle dimensioni della pianta;
  • Irrigazione finale;
  • Posa di arelle di bambù attorno al fusto per proteggerlo da eventuali scottature nei mesi estivi;
  • Posa di collare elastico di protezione del colletto.